Testimonianze

117 articoli

Raid israeliano notturno a Ramallah per arrestare un'attivista di ISM

11/01/2010

Il raid ha avuto luogo per arrestare Eva Nováková, cittadina ceca, coordinatrice di ISM. I soldati israeliani hanno invaso l’appartamento di Eva Nováková alle tre del mattino, nei pressi di Piazza Manara. L’operazione è stata condotta da un gruppo di soldati e dall’Unità di polizia dell’immigrazione « Oz ». Durante il raid, l’esercito ha occupato i tetti adiacenti al quartier generale della polizia palestinese di Ramallah. Eva è attualmente detenuta nel Centro di detenzione di Givon, in attesa dell’espulsione per la Repubblica ceca.

Bil'in si appella alla liberazione degli abitanti imprigionati

11/12/2009

Circa 150 militanti, palestinesi, internazionali e israeliani si sono riuniti a Bil’in oggi, per ricordare il 22esimo anniversario dall’inizio della prima Intifada e per chiedere la liberazione dei prigionieri del villaggio arrestati per essere implicati nelle manifestazioni nonviolente contro il Muro e le colonie costruite sulle terre rubate del villaggio.

Il leader di Bil’in Abdallah Abu Rahma arrestato durante un raid militare notturno

10/12/2009

Nel quadro della recente escalation di arresti politici a Bil’in, Abdallah Abu Rahma, coordinatore del Comitato Popolare di Bil’in, è stato arrestato dai soldati israeliani. Alle due della scorsa notte, sette jeep militari israeliane sono arrivate davanti alla casa di Abdallah Abu Rahma, a Ramallah. I soldati hanno invaso la casa, hanno buttato Abu Rahma giù dal letto e lo hanno arrestato, in presenza di sua moglie e dei suoi bambini.

Bil'in manifesta in favore dell'iniziativa svedese che chiede lo Stato palestinese

04/12/2009

Gli abitanti di Bil’in, al fianco dei militanti internazionali e israeliani, hanno manifestato dopo la preghiera del venerdì contro la costruzione del Muro. Molti di loro sono stati intossicati dal gas lacrimogeno sparato dall’esercito. La manifestazione è finita verso le ore 13.

Privato del permesso che gli consentiva di essere curato a Tel Aviv, un palestinese comincia uno sciopero della fame

21/11/2009

Ibrahim Burnat, un abitante di Bil’in che è stato ferito alla coscia da proiettili durante una manifestazione del 13 giugno 2008, ha iniziato uno sciopero della fame giovedì scorso dopo essersi visto rifiutare il permesso che gli consentiva di beneficiare di un trattamento medico nell’ospedale di Tel Aviv.