Home · Libro d'oro

Libro d'oro

 

 
Nome :
Email :
Città / Paese :
Commenti
 
Messaggio da 61 a 70 - Pagina n°7
140 Messaggi
« Precedente   1 ... 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 ... 14   Seguente »
 
Houria (france) , il 05/06/09
 
it is for a long time i did not write in to that wall

all of my support for u dears
 
 
Derek (Port Coquitlam / Canada) , il 17/05/09
 
I have learnt about refugee camp from a Pope's visit to aida camp. It was very moving and touching moment for me to watch it, Pope Benedict XVI His is with You, and I am sure that Papal visit will have some sort of efect on israeli goverment and I would think they your goverment nad israeli will enhance their talk.
 
 
OsamaBushLaden (Washington / USA) , il 01/05/09
 
9/11 Was an Inside Job

Israelis dont belong in Asia.. they are from Europe :-)
 
 
NOISETTE Daniel (Dijon (France)) , il 29/04/09
 
Gli abitanti di *BIL'IN et NI'LIN, *piccoli villaggi vicino Ramallah
hanno scelto la resistenza non violenta per opporsi al furto delle
loro terre ed allo sradicamento dei loro olivi, mentre Israele sta
rinchiudendo sempre di più i Palestinesi (e gli Israeliani) tramite la
costruzione del muro e l'estensione di una vasta rete di colonie
costruite di recente nella più totale illegalità.
Per gli abitanti di *BIL'IN et NI'LIN la terra e gli olivi sono la vita!
Per resistere a questa spoliazione ed alla asfissia economica, gli
abitanti, sostenuti da altri Palestinesi, da Israeliani e da soggetti
internazionali, organizzano delle marce pacifiche alle quali
l'esercito israeliano si oppone con estrema violenza. Oramai sparano a
distanza ravvicinata e a volte con proiettili veri.

A NI'LIN in tre mesi ci sono stati tre morti (tra i quali un bambino) e
quindici feriti gravi.
Non possiamo rimanere in silenzio dinanzi a questa situazione e perciò
chiediamo
- che cessi la repressione violenta dell'esercito israeliano contro le
marce non violente- che il diritto internazionale sia rispettato
affinché gli abitanti di BIL'IN et NI'LIN riottengano i loro terreni
agricoli
Questa petizione è sostenuta da molte associazioni di Digione: AFPS21,
CCFD, CIMADE, MAN Côte d'Or, Mouvement de la Paix, Secours Catholique,
UJFP21.
In risposta alle petizioni che abbiamo inviato al Segretario Generale
del Consiglio della UE, abbiamo ricevuto la dichiarazione della
Presidenza a nome della UE sul Medio Oriente del 14 marzo 2008 e le
conclusioni della 2870° sessione del Consiglio sul processo di pace in
Medio Oriente (26-27 maggio 2008), nella quale si legge, al paragrafo 3:
"L'insediamento di colonie in qualunque sito dei Territori palestinesi,
ivi compresa Gerusalemme Est, è illegale sotto il profilo del diritto
internazionale. Le attività di colonizzazione pregiudicano i risultati
dei negoziati sullo status finale e compromettono la percorribilità di
una soluzione concertata che preveda la coesistenza di due stati."
Per firmare la petizione andate al sito:
http://www.gopetition.com/online/24042.html **
Alcune precisazioni; solo cinque campi (marcati da un asterisco rosso)
sono obbligatori
Nome = prénom ; Cognome = nom de famille ;
Comune = ville ; Nazione = pays e per la verifica del codice è
sufficiente copiare il codice che appare in calce (per evitare spam, e
terminare cliccando su « sign ».
Per maggiori informazioni sito di Bil'in : http://www.bilin-village.org
<http://www.bilin-vi llage.org/>

 
 
Luigi Mochi Sismondi (Roma/Italia) , il 26/04/09
 
Un abbraccio forte da Roma. La nonviolenza è l'unico mezzo di lotta contro l'oppressione. Non arrendersi mai. Un abbraccio alla famiglia di Basem.
Fateci sapere se avete bisogno di qualcosa.Potete scrivere anche in francese o in inglese.
Luigi
Associazione Culturale Chico Mendes di Roma
www.webalice.it/chicomendes
 
 
Fouad (Roma/Italia) , il 21/04/09
 
Le mie più sentite condoglianze per Basem, un altro eroe della causa palestinese che di eroi è ricca. Quello che fate, la vostra lotta non violenta, è per me e per molti come me la luce della speranza nelle tenebre sempre più fosche del conflitto arabo-israeliano.
Un ringraziamento particolare anche agli israeliani che partecipano alla vostra lotta: siete il miglior testimonial contro il razzismo che un ebreo possa desiderare!
 
 
S.BARBIER (Paris) , il 21/04/09
 
Toutes mes condoléances à ses proches et à tous ceux que sa mort injuste touche et courage à ceux qui continuent à subir et à lutter.
 
 
Brian (Berlin/Germany) , il 19/04/09
 
Wir trauern um Bassem Abu Rahmeh. Heute fand in Berlin eine Demonstration zum Gedenken an ihn und die anderen ermordeten, verhafteten, verletzten AktivistInnen statt. Wir haben unsere Wut auf die israelische Besatzungspolitik und ihre Unterstützung durch die deutsche Regierung auf die Straße getragen. Solidarität mit dem Widerstand gegen die Mauer in Palästina! Freiheit für Palästina! Keine deutschen Waffen nach Israel - und auch sonst nirgends hin!
Greetings from Berlin,
Brian
 
 
Hana (france) , il 19/04/09
 
Ta mort n'est pas vaine, le combat contre l'oppression, le racisme et l'apartheid continu.
Allah yarahmou
 
 
pw deem (conneaut/usa) , il 19/04/09
 
I am embarrassed to be an American when my tax dollars go to a terrorist state like Israel. The Israeli terrorists are making an open air prison for the Palestinians. I've been a sympathizer of Israel since my youth BUT no more. Now I feel that Israel SHOULD be wiped off the face of the earth. I am astounded that America supports the terrorism that we are allegedly are fighting against. It's two faced and hypocritical. Admittedly, Hamas is bad, but so are the Israeli jews.
 
« Precedente   1 ... 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 ... 14   Seguente »
Messaggio da 61 a 70 - Pagina n°7
140 Messaggi
Patientez...